Tartarughe d'Acqua

Come Prendersi Cura della Tartaruga Domestica

Come Costruire un Acquaterrario per Tartarughe

Sono sempre di più le persone che decidono di adottare una tartaruga d’acqua dolce, un po’ perché sono molto carine, un pò perchè si riesce ad avere un piccolo animale che non richiede tantissime cure giornaliere.

Basterà infatti dar da mangiare alle tartarughe una volta al giorno e fare attenzione che l’acqua dell’acquaterrario sia sempre pulita. Sarebbe opportuno procedere con la pulizia dell’acquaterrario almeno due volte alla settimana.

Come Costruire un Acquaterrario per Tartarughe

L’inverno i tempi cambiano, le tartarughe d’acqua possono essere nutrite anche ogni tre o quattro giorni, dato che vanno in letargo, e la pulizia dell’acquaterrario può essere fatta con meno frequenza ma attenzione sempre a lasciare l’acqua dei nostri simpatici amici sempre pulita.

L’acquaterrario dovrà essere quindi sempre pulito, un ambiente accogliente, sarà il luogo dove le nostre tartarughe trascorreranno la loro vita. Nei negozi ne esistono un’infinita di modelli, alcuni sono fatti molto bene ma non sono per tutte le tasche. Si può scegliere di acquistarne uno economico o si potrà decidere di costruirne uno da soli.

Costruire un acquaterrario per le tartarughe non significa solo risparmiare soldi. Un’operazione di questo tipo ci permetterà anche di personalizzare l’ambiente in cui vivranno le tartarughe a nostro e a loro piacimento.

 

Cosa Serve

Per costruire un acquaterrario per le tartarughe servono delle lastre in vetro, dei supporti in legno, del nastro plastificato, degli angolari in pvc, dei guanti in lattice e del silicone per sigillare il tutto.

 

Procedura per la Costruzione

Quelle che proponiamo sono delle semplici linee guida. Sarebbe opportuno pensare attentamente al modello di acquaterrario che si desidera realizzare, magari prendendo spunto da alcune immagini presenti su internet.

Non dimentichiamo che le nostre tartarughe col tempo cresceranno, quindi non costruiamo degli ambienti troppo piccoli altrimenti tra qualche anno saremmo costretti a costruire un nuovo acquaterrario.



La prima cosa che ci serve sono le lastre di vetro. Ce ne serviranno cinque. Quindi cinque lastre di vetro spesso un centimetro. Le dimensioni della lastre, se si desidera costruire un acquaterrario di forma rettangolare potranno essere 100 cm x 50 cm per la base e le due pareti più grandi, 50 cm x 48 cm per le due pareti più piccole. Basterà dare le misure al vetraio per avere le lastre della misura desiderata.

Avere un supporto di legno ci permetterà di attaccare le lastre di vetro nella maniera corretta, creando degli angoli che dovranno essere retti e perfetti. Agli angoli andranno applicati gli angolari in pvc. Per sostenere le lastre nella maniera corretta possiamo utilizzare del nastro plastificato.

Passiamo quindi al silicone. Ora è il momento di usare i guanti in lattice. Con delle lunghe strisce di silicone andremo a sigillare tutte le lastre tra loro. Dopo aver utilizzato il silicone sarà necessario attendere almeno dodici ore affinché il tutto si solidifichi.

Una volta che il silicone si è solidificato possiamo rimuovere il nastro plastificato che avevamo utilizzato inizialmente per aiutarci a mantenere la forma corretta dell’acquaterrario. Verifichiamo che tutto il silicone sia aderito alla perfezione, in caso contrario aggiungiamone altro ed attendiamo nuovamente che si asciughi. Una volta terminata questa operazione si potrà ripulire tutto il vetro, il nostro nuovo acquaterrario fai da te è finalmente pronto.

 

Dove Comprare il Mangime per le Tartarughe




Tartarughe d'Acqua © 2017