Vai al contenuto

Tartaruga d’Acqua Non Mangia, Cosa Fare e Ogni Quanto dovrebbe Mangiare

Tartaruga Acqua Non Mangia

Le tartarughe sono tra gli animali più presenti nelle nostre case, sia che si tratti di quelle di terra e sia che si tratti di quelle d’acqua. Avere sempre a cuore la loro salute è fondamentale e se noti che qualcosa non va nella sua alimentazione è certamente il caso di intervenire nel minor tempo possibile.

Ogni quanto Mangia una Tartaruga

Cominciamo precisando che a differenza degli altri animali, le tartarughe possono restare senza cibarsi anche per qualche giorno e che quindi tale avvenimento non implica la morte immediata dell’animale.

Questo però non ci autorizza a prendere la cosa in maniera superficiale se dovessimo accorgerci che la nostra tartaruga non si alimenta più con gli stessi ritmi di sempre ma, al contrario, dobbiamo subito attivarci per capire quale sia la natura del problema.

Le tartarughe giovani, sia di acqua che di terra, sono animali molto voraci e mangerebbero anche tutto il giorno. Le tartarughe più grandi invece hanno un ritmo più lento e possono mangiare anche solo due o tre volte alla settimana.

Potrebbe interessarti anche il nostro articolo che parla, nello specifico, dell’alimentazione della tartaruga d’acqua.

 

Cosa Fare Se la Tartaruga Non Mangia

Il primo consiglio che mi sento di darti è quello di consultare il tuo veterinario di fiducia, nessuno meglio di lui potrà indicarti quale siano le indicazioni migliori da seguire e se necessario ti fisserà un appuntamento per visitare la tua tartaruga.

Nel frattempo, puoi però provare a seguire dei semplici consigli per aiutare la tua tartaruga a stare meglio.

La prima cosa da fare è quella di controllare la temperatura del suo habitat: ricorda che la lampada riscaldante dell’acquario e del terrario dovrà sempre oscillare tra i 26 ed i 28 gradi, quindi nel caso in cui la temperatura non dovesse rispettare queste indicazioni dovrai posizionarla più in alto o più in basso, senza mai superare il limite minimo che sarà di 18 cm.

Per riattivare il suo metabolismo potresti provare a fare dei bagnetti con acqua tiepida. Questa soluzione può essere utilizzata anche per le tartarughe di terra, facendo però molta attenzione a mantenere il livello dell’acqua molto basso e non superando mai il suo naso che potrebbe farla affogare.

Controlla se vi siano altri sintomi visibile che potrebbero essere la causa di malattie e di poco appetito da parte del nostro animale: la più diffusa è quella di carenza di vitamina A, che presenta come sintomo macchie bianche sul carapace.

Un altro problema che potrebbe portare le tartarughe ad avere meno appetito è un problema legato alla vista: controlla quindi che l’occhio sia perfettamente pulito e lucido e che non vi siano all’interno corpi estranei all’animale.

Non somministrare mai farmaci alla testuggine, senza aver prima contattato il tuo veterinario di fiducia. Solo un esperto potrà dirti quale sarà la cura giusta quindi limitiamoci esclusivamente a seguire dei piccoli accorgimenti nell’attesa di poterci recare dal nostro veterinario di fiducia.

 

Letargo

Ricorda infine che le tartarughe in inverno vanno in letargo, ovvero uno stato di sonno che abbassa i ritmi corporei per accumulare riserve di energie in un periodo molto rigido in cui il cibo in natura scarseggia.

Quindi se noterete che la mancanza di appetito sia accompagnata da sonni molto prolungati e profondi, forse semplicemente la vostra tartaruga si starà preparando per andare in letargo. Puoi trovare ulteriori informazioni sulla nostra pagina dedicata al letargo delle tartarughe d’acqua.